Archivio per Categoria News

L’informazione geografica rientra nelle norme UNINFO

Finalmente si è definitivamente concluso l’iter normativo per descrivere le nuove figure professionali nel settore dell’informazione goegrafica.

E’ di qualche mese fa, infatti, la pubblicazione sul sito del RNDT della notizia che è possibile ottenere il testo della norma UNI 11621-5:2018:

Attività professionali non regolamentate – Profili professionali per l’ICT – Parte 5: Profili professionali relativi all’informazione geografica

Tale norma, entrata in vigore il 26 aprile 2018, definisce 5 profili professionali del settore IG:

  • Geographic Information Officer (responsabile dell’informazione geografica), figura professionale responsabile della gestione delle attività, delle persone e delle risorse complessive della struttura GIS e IDT di una organizzazione;
  • GeoData Analyst (analista di geodati), figura professionale esperta dei processi, delle metodologie e delle tecnologie di acquisizione e di manipolazione di dati geospaziali;
  • Geographic Information Technician/Specialist (Tecnico/Specialista dell’informazione geografica), figura professionale esperta nelle più comuni elaborazioni delle informazioni geografiche;
  • Geographic Knowledge Enabler (facilitatore di conoscenza geografica), figura professionale esperta in materia di alfabetizzazione spaziale e metodologie per lo sviluppo del pensiero spaziale  e delle competenze geo-digitali.

Da RNDT

 

L’entrata in vigore di tale normativa tra l’altro allinea queste nuove figure con quelle già normate e previste dalle Linee guida AGID per la partecipazione a bandi ed appalti pubblici.

Un incendio visto da lontano – CONVEGNO

A luglio si “celebrerà” il primo anniversario del grande incendio del Vesuvio della scorsa estate che sicuramente tutti voi ricorderete[0][1][2].

Per parlare di quell’incendio e per creare un momento di riflessione su come poter evitare tragedie come quella dell’estate scorsa, l’ Ufficio Comune per la Sostenibilità Ambientale dei Comuni di Striano, San Giuseppe Vesuviano, San Gennaro Vesuviano, Palma Campania organizza presso la Sala Consilare del Comune di Terzigno un convegno che mi vedrà impegnato in prima persona insieme al dottor Antonio Pepe e ad altri tecnici. In quell’occasione Antonio ed io racconteremo il modo in cui abbiamo raccolto i dati per la stima dell’area interessata dall’incendio.

Il convegno si terrà il 31 maggio c.m. è aperto a tutti i tecnici interessati ed alla cittadinanza, si avverte però che il convegno avrà un taglio più tecnico.


[0] Prima elaborazione dei dati
[1] Approfondimenti presentati alla conferenza nazionale GFOSS 2018
[2] Poster riepilogativo presentato al GFOSS 2018

Modalità e motivi di spostamento in Campania

Con questo articolo voglio avviare un piccolo ma ambizioso progetto: rilevare e mappare le modalità ed i motivi di spostamento dei cittadini campani.

L’articolo 13 del Codice della Strada al comma 7 recita:

Gli enti proprietari delle strade sono tenuti ad effettuare rilevazioni del traffico per l’acquisizione di dati che abbiano validità temporale riferita all’anno nonché per adempiere agli obblighi assunti dall’Italia in sede internazionale.

Lo Stato italiano nel ’92 definì la necessità di condurre un monitoraggio almeno annuale dei flussi di traffico. Al di là degli accordi internazionali, raccogliere questo tipo di dati è alla base della pianificazione della mobilità a tutti i livelli e per tutti gli ambiti(veicolare, pedonale, ciclistica, etc).

Come si può parlare di mobilità sostenibile in Italia (e partecipare ai vari programmi di finanziamento dei relativi interventi) quando questi dati basilari mancano?

I residenti in campania sono 5.870.000 al 2015 secondo Geo Smart Camere; la mia ambizione è ottenere, in 3-6 mesi, almeno i dati relativi al 1-5% di coloro che si spostano in Campania.

Penserai che è una percentuale davvero misera ma ti faccio notare che sarebbero centinaia di migliaia di persone; inoltre questo progetto è gratuito(nessuno me lo ha commissionato) e dovrò dedicarci tempo sia per seguirlo che per elaborare i dati.

Questo progetto confluirà in un database di spostamenti ed un’atlante liberamente scaricabili, dati anonimi che spero possano servire a chi pianifica lo sviluppo del territorio come indicatore(anche se non ufficiale). Il secondo obiettivo è far capire a chi amministra che non sono necessari milionari investimenti economici per ottenere dati così importanti e che non ci si può affidare ai dati aggregati di Google o Facebook per questo tipo di analisi.

Di seguito troverai un sondaggio molto rapido, appena 2 minuti, ed anonimo. Una volta compilato il sondaggio ti chiedo di condividerlo il più possibile e di segnalarmi problemi ed anomalie se le hai riscontrate. Qualunque tipo di supporto mirato a migliorare il progetto è ben accetto.


GFOSS2018 – Presentazione poster sui danni dell’incendio sul Vesuvio del luglio 2017

Dal 19 al 22 febbraio 2018 il Dipartimento di Scienze dell’Antichità dell’Università di Roma La Sapienza ospiterà il convegno su Software e Dati Geografici Free e Open Source FOSS4G-IT 2018, organizzato congiuntamente dall’Università di Roma La Sapienza, dall’Associazione Italiana per l’Informazione Geografica Libera (GFOSS.it) e da Wikimedia Italia.

Nell’ambito di questa importantissima manifestazione insieme con Antonio Pepe presenterò un poster con i risultati dei lavori di rilievo danni sul Vesuvio post incendio di questa estate.

Una prima parte di dati è stata già presentata al GIS Day 2017 dello scorso Novembre.

Chi fosse interessato all’argomento ci troverà tra le 13.30 e le 14.30 nell’area di esposizione dei poster posto 29.

Clicca qui per i dettagli sul programma della manifestazione.

gfoss2018